Piera Oria Strobino, in arte ORIA, nata a Cossato (BI) residente a Cesena (FC) Essendo autodidatta ha sperimentato in prima persona le varie tecniche e questa ricerca, non è mai finita. Produce oltre a quadri, vetrate artistiche, trompe l’oeil, pittura su tessuto, illustrazioni per libri. Ama sperimentare tutte le tecniche pittoriche e quasi sempre costruisco da sola i supporti per dipingere. La prima mostra l’ha allestita nel 1993 a Cesenatico e da allora non si è più fermata allestendo personali, partecipando a collettive, estemporanee, concorsi e Fiere dell’Arte. Nel 2006 ha partecipato alla mostra organizzata da Artexplora “L’Occhio Sorpreso”  prima edizione, con Guido Guidi, Tinin Mantegazza, Massimo Pulini,Adriano Maraldi, Massimiliano Fabbri, Anton Roca, Dorothy Gray, Monica Fellini , lavorando con gli alunni della Scuola Primaria classe 3° con il progetto “Essere o apparire”. ”L’occhio sorpreso” è stato un progetto che ha messo in relazione bambini e ragazzi con artisti, consentendo loro di entrare nel mondo dell’artista adulto, del suo lavoro concreto, delle sue emozioni e motivazioni. Nel 2008 ha concluso un lavoro molto impegnativo, che dopo anni di ricerche e scelte è sfociato in 40 quadri e nel libro “ESSERE DONNA”. La mostra itinerante e il libro Essere Donna, che comprende 40 quadri e relativi testi, è un excursus sulla condizione femminile attraverso i secoli, con momenti di riflessione che prescindono da ideologie, religioni e convenzioni, ma che desiderano focalizzare l’attenzione sul ruolo sociale e sulle punte di eccellenza raggiunte dalle donne nei 2000 anni di storia conosciuta.